Carbonella, la black paella!

carbonellaVi presento Carbonella, la black paella! Niente di troppo originale, ma devo assolutissimamente pubblicizzare il riso integrale che – poverino – viene sempre surclassato dal classico riso raffinato bianco, la cui unica proprietà rimasta intatta sono gli amidi… e la classica scusa è: MA SERVE TROPPO TEMPO PER CUOCERLO!!! Uff… un po’ è vero, ma ne vale la pena! E non è neanche così difficile. 
Ingredienti:

  • 1 bicchiere riso nerone integrale
  • 1 bicchiere acqua
  • 1/2 peperone rosso
  • 1/2 peperone giallo
  • 1 cipolla rossa
  • 1 manciata piselli
  • 1 manciata pomodorini
  • 1 cucchiaio concentrato di pomodoro
  • olio EVO
  • sale
  • prezzemolo / lime (facoltativi)

Procedimento:
versare riso e acqua fredda in una pentola nelle proporzioni indicate e portare a bollore. Quando bolle, mettere il coperchio e lasciare cuocere 35 minuti, fino al totale assorbimento dell’acqua. Verso fine cottura, aggiungere un pizzico di sale. Nel frattempo lavare la verdura, tagliare i peperoni a striscioline e la cipolla a rondelle. Scaldare un cucchiaio d’olio in una casseruola o, ancora meglio, nel wok e aggiungere i peperoni. Cuocerli a fiamma viva per far “raggrinzire” la buccia. Aggiungere in un secondo momento la cipolla e successivamente i pomodorini tagliati a metà. I piselli saranno da aggiungere solo verso fine cottura. Quando le verdure cominciano ad asciugarsi troppo, aggiungere il concentrato di pomodoro e un po’ d’acqua. Regolare di sale e, se gradite, spezie. Dato che questo riso è già coloratissimo di suo, trovo inutile usare zafferano, ma se volete potete aggiungerlo. Passati 35 minuti assaggiate il riso: potrebbero servire altri 5 minuti di cottura (a me piace al dente). In ogni caso, non dovrà essere rimasta acqua, quindi versatelo direttamente nella casseruola/wok e saltatelo con le verdure. Mantecate con un filo d’olio e, volendo, prezzemolo e una spruzzatina di lime.

Green-go tips:

  1. il riso NERONE è difficilmente reperibile, lo so, ma vi garantisco che non è come il riso venere: è mooooolto più saporito e in cottura sprigiona un super profumo di pane. Potete comunque optare per un qualsiasi riso integrale a piacere: il metodo di cottura è sempre questo, cioè rapporto riso-acqua = 1:1 Controllate però i tempi di cottura sulla confezione, ma non fidatevi troppo (di solito basta sempre qualche minuto in meno)
  2. se il coperchio della vostra pentola ha la valvola di sfogo, sicuramente dovrete aggiungere acqua durante la cottura del riso. Provate con mezzo bicchiere in più e valutate voi durante la cottura
  3. se l’intento è quello di preparare il riso in anticipo, dopo la cottura passatelo sotto acqua fredda e poi insaporitelo insieme alle verdure. In questo modo otterrete un’insalata di riso alternativa che potrete mangiare sia a temperatura ambiente che riscaldata. E vedrete che non scuocerà MAI!
  4. il lime è sostituibile con il limone. Lo so, sono diversi, ma in cucina dove sta bene uno, si adatta anche l’altro 😉 e non complicatevi la vita!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...