Orient Express

Ovvero come improvvisare un piatto esteticamente orientale con ingredienti quasi esclusivamente italiani, in pochi, semplicissimi passi! Ammetto che quando viaggio assaggio tutto il possibile, ovviamente vegan, e quasi sembro posseduta da una sorta di bulimia turistica che mi impone di ingozzarmi senza ritegno per amor di conoscenza. Una volta a casa però torno ad essere intimorita di fronte a certe spezie e certi accostamenti, quindi nel replicare italianizzo senza pietà. Questa ricetta nasce dagli avanzi di un esperimento deludente: guardando il colore della brodaglia ottenuta, ho pensato “Cavolo, sembra miso!”. E da lì a tuffarci dentro i miei amatissimi noodles di riso, il passo è stato brevissimo. Il procedimento non richiede nessun affanno e nessuna abilità particolare, è assolutamente dietetico e gluten free e probabilente a prova di bambino appassionato di cartoni animati giapponesi 🙂 ,,.per tutto il resto c’è Mastercard!
noodles brodo 2Ingredienti:

  • 1/2 verza
  • 1 cipolla rossa
  • 1 l d’acqua
  • 1 cucchiaio di dado vegetale senza glutammato
  • sale
  • 2 cucchiaini di paprika dolce
  • zenzero in polvere (facoltativo)
  • 2 matassine di spaghetti di riso

Procedimento:
pulire e tagliare la verza e la cipolla a tocchetti. Metterle in una pentola con l’acqua, il dado vegetale, la paprika e lasciare cuocere a fuoco lento fino a quando la verza sarà ben cotta. Attenzione: a seconda delle dimensioni della verza, potrebbe servire più acqua (fino a 1 ½ litri) perché il risultato finale deve rimanere brodoso. Una volta cotto il tutto, frullare e regolare di sale. Se lo gradite, aggiungete un po’ di zenzero in polvere. Versate in una tazza e tuffateci un po’ di noodles. Dopo due minuti saranno pronti per essere mangiati!

Green-go tips:

  1. l’unico dado vegetale che uso, a parte quello fatto in casa, è quello in polvere della Rapunzel che contiene anche curcuma e aggiunge colore, oltre che sapore, ad ogni pietanza. Lo trovo al Naturasì e nel circuito BIO. Se avete già inarcato il sopracciglio per via del prezzo, sappiate che ne vale la pena e ha un’ottima resa!
  2. non specifico mai questa cosa, ma per sale intendo sempre sale marino integrale
  3. il consiglio di aggiungere i noodles ad ogni porzione è per evitare che stracuociano: con questa dose infatti esce un bel po’ di brodo e, se preparate le varie porzioni, sarà più semplice gestire gli avanzi. Inoltre, dato il breve tempo di cottura degli spaghettini di riso, basteranno 2 minuti per riempire di nuovo il piatto
  4. as usual, altre verdure e variazioni sono caldamente consigliate! Magari cotte separatamente e aggiunte alla fine in modo che mantengano inalterati il loro sapore e colore. Anche un pezzettino d’alga può dare al piatto una parvenza più orientaleggiante
  5. lo zenzero con le sue mille proprietà, ci sta proprio bene. Aggiungetelo solo alla fine, in modo che non perda tutto il suo aroma!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...