Padova mangereccia

Non so voi, ma per quanto mi riguarda, internet mi abbandona sempre nel momento del bisogno… mah! Fatta questa considerazione che non c’entra niente ed è più che altro uno sfogo, confesso che nella categoria viaggi vegan sgangherati avrei voluto recensire un sacco di ristoranti veg in cui mi sono imbattuta durante le mie veg-peregrinazioni. Avrei voluto, eppure qualcosa è andato storto: le ultime sarebbero state tutte recensioni negative, se non addirittura negativissime! Ero lì lì per scriverne un paio, perché poi capita spesso che questi ristoranti siano cari arrabbiati e se la qualità tanto acclamata non è pervenuta, come si fa a convincere gli onnivori che non mangiamo solo fagioli in scatola??? Uffa! E, altro dettaglio non indifferente, non è che poi siamo qua per farci prendere in giro, no? Poi però mi sono lasciata impietosire. Ho pensato che, forse, quella era una giornata storta. E forse lo chef era malato e il sostituto non all’altezza. Oppure c’è stato qualche problema con le forniture di verdure. O magari appartengono tutti ad una strana religione che aborra il piacere gastronomico. Comunque sia, credo che tutti meritino una seconda chance e dato che le mie sono scorribande sporadiche in altre città e non frequentazioni assidue, ho deciso di evitare commenti negativi e di concentrarmi sulle piacevoli sorprese trovate in giro – spesso in ambiente onnivoro. La segnalazione di oggi riguarda la GOURMETTERIA che già il nome è tutto un programma. Il weekend scorso ero a zonzo per Padova con una super amica con cui ogni tanto mi concedo una fuga dal mondo. Mentre cercavamo alcuni luoghi di interesse storico, ci siamo imbattute in questo locale decisamente super trendy, con una vastissima scelta di piatti e in cui è possibile anche acquistare cibarie particolari e attrezzatura da cucina. Il mio sguardo è stato subito attirato dalla V verde appollaiata di fianco ad alcuni piatti. Proseguendo nei nostri giretti è arrivata l’ora di pranzo, ci scambiamo un paio di occhiate, ma tutte e due concordiamo che la Gourmetteria è dove vogliamo andare, nonostante Padova pulluli di locali carinissimi. L’attesa è stata un po’ lunga, ma devo dire che ne è valsa la pena. Tutto il personale è stato gentilissimo e, cosa più importante, il cibo era ottimo. Io ho preso gli spaghetti integrali al ragù di seitan, mentre la mia amica una specie di focaccia a base di farina di mais condita con verdure grigliate, insalatina, provola e aceto balsamico. Dato che il formaggio non era stato fatto sciogliere, il piatto era facilmente veganizzabile e sono riuscita ad assaggiarlo anch’io, giusto per dovere di cronaca, eh! Con acqua e caffè, abbiamo speso 12,50 € a testa, che spesso qui in Emilia non bastano neanche per una pizza semplice. Considerando il livello del locale, con cucina a vista e tanti camerieri pronti a coccolarti, il cestino con vari tipi di pane e il coperto gratis, mi sembra un prezzo adeguato. Ma soprattutto ho apprezzato che nelle proposte vegan non ci fossero le classiche verdure grigliate mosce o la pasta al pomodoro. Insomma, apprezzo lo sforzo di proporre qualcosa con seitan cucinato impeccabilmente. Mentre curiosavo tra i prodotti esposti, mi sono illuminata nel trovare il pepe lungo indiano, anche detto pippali – un nome un programma – che non trovavo da nessuna parte 🙂 Non potevo assolutamente lasciarlo lì 😉pippali

Se capitate a Padova, non fatevi scappare questo locale!

http://www.gourmetteria.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...