Love Cake & postumi da Halloween

Qualcuno un giorno mi ha detto che una come me non si sarebbe dovuta perdere BAKE OFF Italia. A parte che non ho il televisore in casa e quello che mi interessa lo guardo su internet, sempre ammesso che la connessione sia stabile, di guardare programmi di cucina proprio non ne ho voglia perché quello che viene proposto mi sembra tutto scontato, trito e ritrito. Niente di nuovo e, le poche volte in cui si propone qualcosa di veg, sono sempre i grandi classici ormai noti a noi trucidatori di verdure. Dato che però amo mettermi in discussione, ho deciso di guardarne una puntata in cui veniva chiesto ai concorrenti di fare una LOVE CAKE dedicata alle persone che amano. Ho capito che così su due piedi non sarei mai capace di cucinare niente: le idee mi vengono mentre faccio altro o mentre cucino altro, ma sicuramente non se vengo messa di fronte a una richiesta da realizzare in un tempo limitato. Quindi, tanto di cappello ai partecipanti – anche se resto dell’idea che per forza di cose qualcosa debba essere un po’ preparato, altrimenti vorrebbe dire avere a disposizione una dispensa illimitata… Quella sera sono andata a dormire arrovellandomi su come sarebbe stata la mia love cake, senza successo. Il mattino successivo, mentre guidavo per andare in ufficio, non so come ma è uscita un’idea che ha preso forma unendo la ricorrenza di Halloween (importante solo per la data, non per la festa in sé) e i gusti del fidanzato onnivoro: pandispagna alla zucca, crema all’arancia rossa, copertura di panna montata. Avevo pensato ad un frosting con burro di arachidi in stile USA, ma a lui non piace, quindi idea archiviata. Il pandispagna appena sfornato era ottimo e mi faceva ben sperare. In realtà una volta bagnato e farcito mi ha un po’ delusa, rimanendo un po’ pesante, quindi ho capito che è un’ottima base per altri tipi di dolci o che comunque non va bagnato troppo perché ha già una sua umidità interna. L’onnivoro però l’ha già decretata come una delle sue torte preferite 🙂 ♥ Ah, per la cronaca… mi sono appassionata a Bake Off… siete autorizzati a chiamare l’esorcista!!!
love cake

Ingredienti per il pandispagna:

  • 170 g zucca cotta frullata
  • 70 g margarina autoprodotta / olio di semi di girasole
  • 100 g farina 0
  • 100 g farina semintegrale
  • 1 bustina cremor tartaro
  • 1 pizzico di sale
  • latte vegetale q.b.
  • vaniglia
  • succo d’arancia per bagnare

Ingredienti per la crema:

  • 600 g latte di soia
  • 35 g margarina autoprodotta / olio di semi di girasole
  • 50 g amido di mais
  • 1 bicchiere succo d’arancia rossa
  • 2 cucchiai zucchero di canna

Ingredienti per la copertura:

  • panna vegetale (Professional Crem)
  • granella di nocciole

Procedimento:
preparare il pandispagna mescolando tutti gli ingredienti tranne il succo d’arancia: la consistenza finale non deve essere nè troppo liquida nè troppo soda. L’impasto si deve versare facilmente nello stampo, ma senza colare troppo. Infornare per 25 minuti a 180° in uno stampo di diametro 20 cm. Fare come sempre la prova stecchino per controllare a cottura.
Per la crema mettere a scaldare il latte e nel frattempo lavorare margarina (oppure olio) e amido di mais a cui aggiungerete un po’ del latte riscaldato per ottenere una pastella liscia da aggiungere al restante latte. Mescolare con una frusta continuamente e portare a bollore. Aggiungere lo zucchero e far rapprendere altri 2 minuti. Rispetto alla crema che faccio abitualmente, ho aumentato la dose di amido per ottenere una consistenza più compatta a cui poter aggiungere il succo d’arancia appena la crema è pronta. Mescolare e valutare se continuare a cuocere un po’ per far assorbire meglio il succo. In ogni caso, meglio non cuocere troppo per evitare che il succo d’arancia lasci un retrogusto amaro. Coprire con pellicola e lasciare raffreddare. Appena la torta si raffredda, tagliarla in 3 dischi da bagnare con succo d’arancia e farcire con la crema. Ricoprire con panna montata e rivestire i lati con granella di nocciole.

Green-go tips:

  1. non metto la ricetta della decorazione al cacao perché non ho ottenuto la consistenza adatta per fare i ciuffetti come avrei voluto. 😦 Era un mix tra zucchero a velo, succo d’arancia, panna e cacao. Avendo messo troppo succo d’arancia (mi è proprio scappato), ho provato ad addensare con olio di cocco e burro di cacao, ma evidentemente avevo esagerato con i liquidi. Alla fine il sapore cioccolato/arancia era ottimo, ma la consistenza troppo morbida per essere lavorata
  2. come anticipavo, credo che questo pandispagna non necessiti della bagna e stia benissimo con una farcitura di marmellata
  3. il solito barbatrucco che ripeto sempre: per dare più ariosità al pandispagna, sbriciolatelo e servitelo in bicchierini con alla base le briciole di impasto, sopra crema e frutta/cioccolato/panna o tutto quello che vi viene in mente!
    love cake 3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...